Dal 1° Aprile 2019 la presentazione della domanda per gli assegni familiari può essere inviata all’Inps e non più al datore di lavoro come da circolare Inps n. 45 del 22/03/2019, presentazione riguardante i lavoratori dipendenti del settore privato.

 

A CHI SPETTANO GLI ASSEGNI FAMILIARI

Gli assegni familiari, in virtù del DPR n. 797 del 30/05/1955, spettano:

  • Ai lavoratori domestici;
  • Ai lavoratori sia pubblici che privati;
  • Ai lavoratori agricoli, che devono presentare la domanda entro il 31 Maggio di ogni anno;
  • Ai lavoratori iscritti alla gestione separata Inps;
  • Ai pensionati;
  • Ai disoccupati che percepiscono la Naspi.

Naturalmente la richiesta va fatta presentando la domanda al datore di lavoro entro il 31 Marzo 2019.

 

PER QUALI FAMILIARI SPETTANO GLI ASSEGNI

L’importo dell’assegno familiare è determinato soprattutto da due fattori:

  • Il reddito del nucleo familiare il cui 70% deve provenire dal lavoro dipendente;
  • Il numero dei componenti il nucleo familiare ed a tal riguardo sono componenti:
  • Il richiedente lavoratore, disoccupato o pensionato;
  • Coniuge non separato legalmente ed effettivamente o divorziato;
  • Figli ed equiparati minorenni e maggiorenni inabili;
  • Nipoti minori in linea retta, viventi a carico dell’ascendente;
  • Figli ed equiparati, studenti o apprendisti tra i 18 e 21 anni e solo se facenti parte di nuclei numerosi;
  • I pensionati soli con pensione ai superstiti, inabili al 100%;
  • Fratelli, sorelle e nipoti del richiedente orfani di entrambi i genitori e non titolari di pensione ai superstiti;
  • Gli extracomunitari hanno diritto agli assegni solo per i familiari residenti in Italia o in Paesi convenzionati.

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE PER I LAVORATORI DIPENDENTI: NOVITÀ

Dal 1°Aprile 2019, la domanda va inoltrata tramite la nuova procedura ANF Dipendenti Inps. Tuttavia per chi ha già presentato la domanda per il periodo compreso tra il 1°luglio 2018-30giugno2019, il calcolo sarà fatto e liquidato in busta paga dal datore di lavoro.

A partire dal 1° Luglio 2019 tutti i lavoratori dipendenti del settore privato (non agricolo) dovranno presentare la domanda tramite il servizio on-line dell’Inps.

L’utente per ricevere gli assegni familiari deve:

  1. Inviare la domanda telematica all’Inps;
  2. Controllare lo stato della domanda;
  3. Attendere il pagamento dell’assegno sulla busta paga mensile.

Gli importi sono calcolati dall’Inps in base alle presenze del lavoratore, dei componenti il nucleo familiare e del reddito dichiarato.

Gli assegni non sono un costo per il datore di lavoro, in quanto l’importo erogato sulla busta paga, è detratto dal pagamento dei contributi previdenziali.

La nuova procedura non si applica:

– ai dipendenti del settore pubblico;

– ai lavoratori agricoli con contratto a tempo determinato ed indeterminato;

– ai lavoratori di aziende fallite o cessate.