LE DETRAZIONI

Tra le detrazioni fiscali 2019, vi è anche quella riguardante la sostituzione del condizionatore con uno nuovo. L’Agenzia delle Entrate chiarisce però che non tutti i tipi, ma solo le pompe di calore che non hanno la funzione riscaldante, usufruiscono delle detrazioni al 50%.

Per portare in detrazione la spesa sostenuta nel 2018 occorre inviare un’apposita comunicazione all’ENEA entro il 19 Febbraio 2019. Se la spesa è sostenuta successivamente a tale data, il contribuente avrà 90 giorni di tempo per inviare la relativa comunicazione all’Autorità per l’energia.

 

QUANDO SE NE PUO’ USUFRUIRE?

Per poter usufruire del bonus, occorre acquistare un condizionatore che rispetti requisiti legati al risparmio energetico. Teoricamente, l’installazione dovrebbe essere inserita all’interno di lavori edilizi che abbiano l’obiettivo di migliorare l’efficienza energetica di un edificio .

Tuttavia, l’Agenzia delle Entrate, con la sua ultima circolare, precisa che si può usufruire delle detrazioni al 50% anche in assenza di lavori edilizi.

La richiesta del bonus è vincolata alle caratteristiche del condizionatore. Infatti il produttore e l’installatore devono fornire la documentazione necessaria ad attestare il risparmio energetico che deve essere lo scopo primario per ottenere la detrazione.