Con l’aumento dei prezzi e con le tante  difficoltà per la classe media degli Italiani,i consumatori sono diventati abili cacciatori di vendite promozionali.Secondo uno studio dei nostri ricercatori ed economisti,il mercato italiano vede maggiori risparmi sui beni di prima necessità.Infatti un Italiano su due compra solamente l’essenziale,dedicandosi molto all’auto produzione di frutta e verdura e dei dolci fatti in casa,in tal modo la spesa annua è diminuita di -2 miliardi per gli alimentari.Anche la qualità dei prodotti è diminuita,infatti una famiglia su tre svolge le proprie compere presso discount alimentari e quindi a sua volta le grandi catene di super-market hanno visto calare le proprie vendite del 7% nell’anno 2014.