HOME

renziebarroso
renziebarroso

“I due miliardi non sono aggiuntivi”. Il premier Matteo Renzi risponde così a chi gli chiede se quei due miliardi che oggi si è detto pronto a mettere sul tavolo in Ue fossero o meno quelli già contenuti dalla ‘riserva’ prevista dalla Legge di Stabilità.

“Il nostro budget è messo molto bene: non vedo particolari problemi. Ci sono delle voci che abbiamo tenuto da parte e vedremo cosa accadrà”. Così Matteo Renzi. “Il budget ovviamente cambierà nella discussione sulla base di indicazioni parlamentari”,ha detto a chi gli chiedeva di commentare le parole di Hollande che non cambierà il suo budget.

“Sulle questioni economiche la discussione si terrà domani. Confermo che si tratta di fare una valutazione più politica di chi decide cosa. Perché dal punto di vista tecnico le risorse per trovare la soluzione sono ampiamente a portata di mano”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi a margine del Vertice Ue.

Scontro Renzi-Barroso sulla pubblicazione della lettera. Ira di Barroso. Renzi. “Basta lettere segrete. Pubblicheremo dati economici di quanto si spende a Bruxelles. Sarà molto divertente”. Ue: significativo scostamento, dialogo prosegue. Ministero pubblica testo, domani risposta. Delrio, manovra terrà, chiediamo tempo. Avvertimento anche a Francia.

“Stiamo discutendo di uno o due miliardi di differenza, possiamo metterli anche domattina”, “corrispondono ad un piccolissimo sforzo”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi, arrivando a Bruxelles per il vertice europeo, riguardo la lettera Ue sulla manovra. “E’ finito il tempo delle lettere segrete”, ha detto ancora Renzi rispondendo al presidente della Commissione Barroso che si era detto contrario alla pubblicazione da parte italiana della lettera inviata dalla Ue sulla manovra. “E’ il momento della trasparenza e della chiarezza”, ha aggiunto Renzi. 

Pubblicheremo non solo la lettera” inviata dall’Ue, “ma tutti i dati economici di quanto si spende in questi palazzi, sarà molto divertente“, così il premier entrando al Justus Lipsus, sede del vertice europeo.

E’ giunta a Roma la lettera sulla legge di stabilità della Commissione europea. “Il Governo italiano risponderà alla richiesta di chiarimento entro domani”. Lo rende noto il Ministero dell’Economia.

Sono due i punti che il commissario Ue, Jyrki Katainen chiede all’Italia di spiegare: ”perchè l’Italia programma di non rispettare il patto di stabilità nel 2015” e ”come assicurerà un pieno rispetto degli obblighi della politica di bilancio nel 2015”. E’ quanto riporta la lettera inviata dall’Ue sulla legge di Stabilità italiana.

”Dall’analisi preliminare, sulla base dei conti degli uffici tecnici della Commissione Ue, l’Italia programma una significativa deviazione dagli aggiustamenti richiesti per centrare l’obiettivi di medio termine (il pareggio ndr) nel 2015”. E’ quanto rileva il commissario Jyrki Katainen nella lettera all’Italia.