TRASPORTI E RIMBORSO ABBONAMENTI: COME PRESENTARE LA DOMANDA

Sono tanti i dubbi dei pendolari in merito al rimborso degli abbonamenti ai trasporti dei quali non hanno potuto usufruire per via delle limitazioni poste durante il lockdown. L’Associazione Nazionale dei Consumatori “Rete Sociale Attiva” ricorda che tale misura è prevista nel Decreto Rilancio e che ATM, Trenord e ATAC hanno attivato procedure online per permettere ai viaggiatori di chiedere rimborsi e voucher.

LA NORMATIVA PER IL RIMBORSO

Secondo la norma, la misura vale per tutti coloro che sono in possesso di abbonamenti a trasporto ferroviario e trasporto pubblico locale in corso di validità durante il periodo interessato dalle misure governative del 23 febbraio e del 25 marzo 2020.

In particolare gli interessati devono autocertificare di non avere potuto utilizzare gli abbonamenti per un certo periodo di tempo e, alla richiesta fatta al vettore, va allegata la documentazione che dimostri il possesso del titolo di viaggio.

Entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta il vettore procede al rimborso e ha due possibilità: emettere un voucher da usare entro un anno dall’emissione oppure prolungare l’abbonamento per un periodo pari a quello di mancato utilizzo.

Chiedi Aiuto

Non Esitare